Un impianto elettrico progettato a regola d’arte garantisce affidabilità, sicurezza, risparmio energetico e durata nel tempo.

Dimensionando correttamente tutti gli elementi dell’impianto è possibile raggiungere il miglior risultato nel rapporto qualità/prezzo.

Decreto Ministeriale 37 del 2008 regolamenta l’obbligo di progetto di un impianto elettrico da parte di un professionista (questo decreto abroga la precedente Legge 46 del 1990), i limiti dimensionali dai quali scatta l’obbligo di progetto sono:

  • per utenze condominiali e per utenze domestiche di singole unità abitative aventi potenza impegnata superiore a 6 kW e per utenze domestiche di singole unità abitative di superficie superiore a 400 m2;
  • impianti elettrici con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto, e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA resa dagli alimentatori;
  • Impianti relativi ad immobili adibiti ad attività produttive, al commercio, al terziario e ad altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione superiore a 1000 V, inclusa la parte in bassa tensione, quando le utenze sono alimentate in bassa tensione aventi potenza impegnata superiore a 6 kW o qualora la superficie superi i 200 m2;
  • impianti elettrici relativi ad unità immobiliari provviste, anche solo parzialmente, di ambienti soggetti a normativa specifica del CEI, in caso di locali adibiti ad uso medico o per i quali sussista pericolo di esplosione o a maggior rischio in caso di incendio, nonché per gli impianti di protezione da scariche atmosferiche in edifici di volume superiore a 200 m3.

 

I nostri servizi, oltre alla progettazione, comprendono la messa in opera a regola d’arte dell’impianto con conseguente rilascio del certificato di conformità ai sensi dell’art. 7 del DM 37/2008, e la manutenzione degli stessi, anche per impianti non realizzati dalla nostra Società.